Come comportarsi in caso di incidente stradale

In caso di incidente, è importante mantenere la calma, prima di fare qualsiasi cosa, accertarsi di non essere feriti e per riacquistare un minimo di lucidità.

 

Se noi stiamo bene, la prima cosa da fare è valutare se ci siano feriti, sia nel nostro mezzo di trasporto, sia negli eventuali altri veicoli coinvolti.

 

In caso di feriti è ovviamente bene chiamare un'ambulanza, preparandosi a rispondere alle domande degli operatori.

 

E’ buona norma segnalare l'incidente alle altre vetture in arrivo, posizionando il triangolo di emergenza in modo ben visibile, prima del luogo interessato.

 

Si passa alla parte più burocratica.

 

Le Forze dell'Ordine possono essere chiamate qualora ci sia necessità di fare i rilievi o se gli animi tra i guidatori coinvolti tendono a surriscaldarsi.

Per quanto riguarda i mezzi, qualora si sia coinvolti in un incidente con gravi danni alle cose o alle persone, i veicoli non vanno spostati.

Per sinistri più lievi è invece vietato ostruire il flusso del traffico.

 

Il prossimo passo riguarda la compilazione del CID, la Constatazione Amichevole D'incidente, un modulo (che sarebbe buona norma tenere sempre in auto) in cui si prendono tutti i dati degli altri guidatori e si descrive l'accaduto, c'è anche un apposito riquadro in cui si disegnano le vetture coinvolte al momento della collisione.

La procedura va seguita non tanto per stabilire la colpa del sinistro, ma per spiegare e mettere per iscritto quanto accaduto.

È consigliabile non firmare il modulo se non si è d’accordo sulla versione dei fatti dell’altro guidatore, magari compilando anche due constatazioni separate.

 

Soprattutto in quest'ultimo caso è bene raccogliere i dati di eventuali testimoni, perché saranno importanti per dipanare la matassa in caso di controversie giudiziarie.

 

È basilare comunicare l'incidente alla propria compagnia assicurativa.

Bisogna farlo in ogni caso, sia che si abbiano responsabilità, sia che si ritenga di non averne alcuna.

È una procedura cautelativa che va effettuata, senza questa segnalazione infatti la compagnia ha il diritto di rifiutare il risarcimento.

Il danneggiato che ha subito lesioni fisiche, invece, ha tre mesi di tempo per presentare querela contro il responsabile.

La querela può essere fatta anche contro ignoti, se non si conoscono i diretti responsabili.

Il danno materiale sarà quantificato dalla compagnia, un ammontare che equivale normalmente ai costi necessari per la riparazione del mezzo incidentato, a questo importo devono aggiungersi le eventuali spese di traino.

 

Trovarsi coinvolti in un sinistro è sempre un problema, per questo dovremmo sempre tenere alla guida un atteggiamento prudente.

Commenti: 0